Arrival (2016)

Arrival (2016) featured

Gli alieni arrivano sulla Terra a bordo di 12 navi a forma di supposta e subito si scatena il panico tra la gente su cosa siano venuti a fare e quale sia il modo migliore per rispondere ad un eventuale contatto.

A far da mediatori con la supposta atterrata in suolo americano vengono mandati una linguista e un fisico i quali riescono a fare buoni progressi tramite l’uso di semplici parole scritte e una mimica facciale da mercoledì sera.
L’obiettivo è giungere alla formulazione della domanda “cosa siete venuti a fare qui?”, in mezzo tutta una serie di concetti base che vengono saltati a piè pari tramite l’uso del montaggio cinematografico, unica vera benedizione che la settima arte ha versato copiosa sull’intera umanità.

Quando però alla fine gli alieni rispondono con un criptico “offer weapon”, ecco che i leader mondiali si mettono le mani nei capelli e comincia un conto alla rovescia per l’inizio di un attacco umano dagli esiti più o meno apocalittici.

Riuscirà quindi la giovane linguista, interpretata da una Amy Adams in gran forma, a decifrare le vere intenzioni della razza aliena?
O l’umanità sarà condannata a risarcire i danni per il resto dei suoi giorni tipo l’Italia con la Yugoslavia alla fine della seconda guerra mondiale?

Arrival (2016)

Film fantascientifico assolutamente eccezionale, partorito dallo stesso regista del magnifico Enemy, che mi sento di consigliare senza la benché minima remora.

Costruito secondo i classici stilemi del film d’autore impegnato ma non indecifrabile ed in questo senso ricalcante la sua stessa trama di trasmutazione linguistica tra le parti per un accrescimento culturale reciproco, ‘sto film minimalista riesce ad infondere una tale mole di emozioni in così poche inquadrature da far impallidire parecchio cinema italico de core che, lungi dall’essere al servizio dello spettatore, è in realtà al servizio dello sportello bancario del regista e del produttore che in associazione a delinquere si mettono costantemente di buona lena a sfornare merda passatista su merda passatista sotto lo scrosciante plauso di una critica nostrana troppo ignorante per guardarsi un film straniero senza il doppiaggio di Pannofino.

Mortacci vostra.

VOTO:
5 Pannofino

Arrival (2016) voto

Titolo originale: Arrival
Regia: Denise Villeneuve
Anno: 2016
Durata: 116 minuti

I film sono visti rigorosamente in lingua originale.
Se ti senti offeso, clicca qui

Autore: Federico Del Monte

I’m an Italian photographer, filmmaker, blogger and teacher.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *