Il ventre dell’architetto (1987)

Il ventre dell'architetto (1987) featured

Etienne-Louis Boullée è stato un famoso architetto neoclassico francese del 18esimo secolo che ha profondamente influenzato intere generazioni di visionari, o direttamente tramite le sue lezioni all’accademia reale d’architettura oppure indirettamente con i suoi numerosi fantastici mastodontici progetti rimasti (purtroppo) solo su carta.
Contraddistinto da un gusto per la grandiosità, la simmetria, la ripetizione e le forme geometriche pure, Boullée fu tra i primi a promuovere la cosiddetta “architettura parlante” e cioè la realizzazione di edifici che rispecchiassero simbolicamente e promuovessero esteticamente la funzione per cui erano stati costruiti; esempio massimo di questa corrente artistica è stato il suo progetto irrealizzato per il cenotafio di Isaac Newton, un’enorme sfera cava alta 150 metri circondata da due pesanti muraglie sormontate a loro volta da una serie infinita di cipressi e alla cui base si sarebbe trovato il sarcofago dello scienziato.

Il ventre dell'architetto (1987)

Nella finzione del film, Stourley Kracklite è un architetto americano (ossessionato da Boullée) che da almeno 20 anni sta cercando di allestire una mostra in suo onore; l’occasione arriva finalmente da Roma, la grandiosa città eterna e decadente, la stessa città che ha ispirato il movimento neoclassico con le sue rovine e le copie delle statue greche.
Partito con i migliori auspici, ben presto però il fiabesco soggiorno romano di Kracklite si trasforma in un incubo ad occhi aperti fatto di infedeltà coniugali, insoddisfazioni lavorative e dolori lancinanti all’addome; sempre più ossessionato dal genio di Boullée, a cui rivolge infinite lettere in cui confessa le sue paure e le sue speranze, e dalla spasmodica catalogazione fotografica dei ventri delle numerose statue romane, l’architetto americano si sente perso e minuscolarizzato tra le enormi rovine di un passato opprimente e incomparabile alla miseria dell’epoca contemporanea.

Fantastico (a dir poco) film, The Belly of an Architect vive in bilico tra due mondi, come Boullée: da una parte la granitica realtà di una Roma e dei suoi monumenti abitati dalle piccole vite dei protagonisti, dall’altra la teatralità di una messa in scena progressivamente sempre più fantasiosa e simbolica la quale trova infine la giusta sintesi tra la rotonda pancia di Kracklite e il cenotafio di Newton.
Mettendo in connessione il Pantheon, il Vittoriano, Villa Adriana e il Colosso di Costantino con le fantasie e le paranoie di un artista decadente quale è Stourley Kracklite, Peter Greenaway compie quel passo ideale che dal mondo terreno porta all’eterno.

VOTO:
4 Paso Adelante e mezzo

Il ventre dell'architetto (1987) voto

TitoloThe Belly of an Architect
Regia: Peter Greenaway
Anno: 1987
Durata: 119 minuti

I film sono visti rigorosamente in lingua originale.
Se ti senti offeso, clicca qui

Autore: Federico Del Monte

I'm an Italian photographer, filmmaker, blogger and teacher.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *