L’alba dei morti dementi (2004)

L'alba dei morti dementi (2004) featured

Shaun non riesce ad uscire da un patetico infantilismo che lo incatena ad una vita vissuta al minimo e senza sorprese: un lavoro di merda al negozio di elettrodomestici, un amico idiota e nullafacente, un pub all’angolo come sfogo serale e una ragazza che si è stufata del suo atteggiamento remissivo.
A cambiare le carte in tavola arriva l’apocalisse zombie, e niente sarà più come prima… oppure no.

Straordinario esordio sul grande schermo per Edgar Wright che andrà poi a concludere la cosiddetta”trilogia del cornetto” con Hot Fuzz e The World’s End, questo Shaun of the dead (chiaro omaggio a Dawn of the dead di Romero e a tutta la cinematografia zombie) è una godibilissima commedia inglese in salsa horror che riesce a mischiare sapientemente generi e sentimenti contrapposti in un cocktail formidabile dal sapore dolciastro, tipo il sangue.

Girato magnificamente e ad un ritmo alle volte vertiginoso, il film è strutturato perfettamente e recitato da dio, cose alquanto rare nel genere in questione.
Molti i momenti memorabili, uno su tutti la scena con le bastonate al ritmo dei Queen, e innumerevoli i piccoli tocchi da maestro, tipo l’annuncio radio del ritorno di una sonda spaziale che fa ovviamente l’occhiolino alla spiegazione del primo film con gli zombie, l’intramontabile Night of the living dead.

Se non lo avete ancora visto, correte a colmare la lacuna; mi ringrazierete.

VOTO:
5 Freddie

L'alba dei morti dementi (2004) voto

Titolo originale: Shaun of the Dead
Regia: Edgar Wright
Anno: 2004
Durata: 99 minuti

I film sono visti rigorosamente in lingua originale.
Se ti senti offeso, clicca qui

Autore: Federico Del Monte

I'm an Italian photographer, filmmaker, blogger and teacher.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *