Passengers (2016)

Passengers (2016) featured

Nel futuro prossimo venturo la razza umana si è copiosamente sparsa nell’universo come il terribile fenomeno dei life coach su Facebook.
Durante un viaggio interstellare di 120 anni a bordo della nave Homestead II, la sfortunata collisione con un banco di asteroidi fa inavvertitamente risvegliare prematuramente uno dei 5000 passeggeri in stato di ibernazione il quale si ritrova solo come un cane ed imprigionato nel non spazio della navicella in un tempo nullo di attesa eterna.

Passato un anno ad escogitare un modo per tornare in ibernazione e fallito miseramente ogni tentativo, il nostro caro amico naufrago spaziale decide, dopo molti tentennamenti, di risvegliare una donna bella come il Sole (che non vedrà più) della quale si era innamorato con un colpo di fulmine e alla quale si guarderà bene dal rivelare il vero motivo del di lei risveglio.

Le successive tenere copule non potranno però coprire a lungo la terribile verità e solo l’entrata a gamba tesa di un evento più grande di loro metterà a tacere i dubbi amletici della povera donna.

Passengers (2016)

Interessantissima premessa per un film che purtroppo è stato chiaramente e brutalmente virato verso la storia d’amore sempliciona dalla casa di produzione Sony maledetta che fai sempre film di merda ti venisse un colpo gobbo in capoccia.

Nonostante quindi un dilemma morale mostruoso che avrebbe potuto tenere banco per tutta la durata dell’opera (e che mi guardo bene dal rivelare) ed alcune scene, soprattutto quelle iniziali, abbastanza in tiro, la pellicola vira inesorabilmente verso un gigantesco iceberg (o banco d’asteroidi che dir si voglia) mano a mano che la storia procede lungo un tracciato molto telefonato e molto irritante.

Preso come involontaria metafora della storia stessa sarebbe anche da ridere, ma il problema è che non piglia bene né un pubblico becero né uno di qualità finendo per sfibrare i cazzi dei cani a cui si erano ispirati gli sceneggiatori in fase di stesura.

Comunque Jennifer val sempre una messa.

VOTO:
3 Jennifer

Passengers (2016) voto

Titolo originale: Passengers
Regia: Morten Tyldum
Anno: 2016
Durata: 116 minuti

I film sono visti rigorosamente in lingua originale.
Se ti senti offeso, clicca qui

Autore: Federico Del Monte

I'm an Italian photographer, filmmaker, blogger and teacher.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *