Il lato positivo (2012)

Il lato positivo (2012) featured

Il ‘disturbo bipolare’ è una condizione psichiatrica per cui il soggetto affetto si ritrova su una montagna russa delle emozioni, alternando continuamente episodi di alta emotività positiva e maniacali ad altri di profonda negatività e depressione. Si hanno generalmente anomalie dei livelli di energia, dell’appetito, della libido e del ritmo sonno-veglia.Il ‘disturbo borderline’ invece è una patologia caratterizzata da instabilità dell’umore, delle relazioni interpersonali, dell’immagine di sé, dell’identità e del comportamento. Tipico del soggetto borderline è la paura dell’abbandono, che lo fa cadere in comportamenti distruttivi e/o autodistruttivi, ed una generale instabilità esistenziale: una vita caratterizzata da relazioni affettive intense e turbolente che terminano bruscamente.

L’esatta ragione di tutto ciò è ancora da chiarire esattamente; quello che invece non ha bisogno di essere chiarito è che il bipolarismo e il borderline sono stati messi apposta in questa storia d’amore per pepare un qualcosa che altrimenti sapeva vagamente di stantio.

Patrick soffre di disturbo bipolare, ha perso la moglie, la casa e il lavoro, vive con i genitori e sta cercando di tornare ad una vita normale dopo 8 mesi di istituto psichiatrico; Tiffany è una giovane vedova con disturbo borderline che ha un maniacale bisogno di essere accettata e amata e lo fa spesso nel peggiore dei modi possibili, il sesso furtivo.
Questi due si incontrano ad una cena organizzata da amici comuni e, fin dal primo momento, sanno entrambi che si ameranno per il resto della loro vita; devono solo ammetterlo a se stessi e saper lasciare andare il passato, lui sotto forma di una ex moglie che non lo ama più e lei sotto forma dello spettro del marito morto.

Il dramma è che anche lo spettatore medio sa benissimo che questi due alla fine delle due ore si baceranno e quello che resta da fare è stare a vedere cosa succederà nel mezzo ad ostacolare quello che sembra già scritto sui muri.

Il lato positivo è un buon film ed un ottimo passatempo per chi vuole la storia d’amore adattata ai tempi moderni; come detto però, non è niente di rivoluzionario e gli attori non sono eccezionali come molti invece hanno scritto: Jennifer Lawrence e Bradley Cooper non sanno ritrarre perfettamente i rispettivi disturbi della personalità e la cosa lascia un po’ l’amaro in bocca perché di potenziale da esplorare ce n’era.

Titolo originale: Silver Lining Playbook
Regia: David O. Russel
Anno: 2012
Durata: 122 minuti

I film sono visti rigorosamente in lingua originale.
Se ti senti offeso, clicca qui

Autore: Federico Del Monte

I’m an Italian photographer, filmmaker, blogger and teacher.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *