Warm Bodies (2013)

C’era una volta un libro che parlava di due stronzetti minorenni con tanta voglia di scoparsi a vicenda contro il volere delle loro famiglie.
I loro nomi? Romeo e Giulietta.
Con un pizzico di fortuna, molta audacia e un farmacista deficiente, i due trovarono la loro unione nella morte.

Warm bodies è tutto questo, solo che è al rovescio: dalla morte si torna alla vita.

fermi tutti, sono lo Shogun

Dopo l’ennesima apocalisse zombie, R si ritrova solo, confuso e con una fame incredibile…ah, R è uno zombie ed è il nostro protagonista.
Julie invece è la figlia di un colonnello dell’esercito la cui unica missione è resistere all’invasione dietro un muro alto 10 piani, con armi e tanta violenza.

R e Julie (che coincidenza di nomi) si incontrano ed è amore a prima vista; a prima vista per lui, non certo per lei.
Col tempo e tanta premura, Julie si convince della bontà di questo zombie con sentimenti umani e capace di comunicare, e vuole presentarlo al padre, militare incallito.
Ovviamente le cose non sono così semplici.

Il fenomeno zombie è ormai giunto al suo apice; gli studios ora stanno cercando di mischiare le carte accoppiando qualunque genere allo zombie movie: abbiamo avuto quindi Comedy-Zombie, SciFi-zombie, War-Zombie e, con questo Warm Bodies, anche Commedie-Amor-Adolescenziali-Zombie.

Il barile è stato grattato a fondo, ci ha regalato tante gioie e ne siamo tutti felici; forse è ora però di inventarsi nuove cose.

Titolo originale: Warm Bodies
Regia: Jonathan Levine

Anno: 2013
Durata: 98 minuti

I film sono visti rigorosamente in lingua originale.
Se ti senti offeso, clicca qui

Autore: Federico Del Monte

I'm an Italian photographer, filmmaker, blogger and teacher.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *