Festa in casa Muppet (1992)

Ebenezer Scrooge, un ebreo avaro e dal naso bifolco, se ne fotte al cazzo dei sentimenti perché l’unica cosa a cui è interessato sono i piccioli con i quali si fodera le pareti del culo di ferreo piombo.

E alla vigilia del santissimo Natale, quest’ebreo cattivo cattivo diventa persino peggio e si compiace nello sbattere per strada una cucciolata di orfani miserrimi mentre con l’altra mano si gratta i coglioni fumanti e beati.
Ma quest’ebreo irsuto e goloso di formaggio dovrà fare i conti con i fantasmi del presente, passato e futuro che gli faranno passare quella voglia sionista di rubare la terra ai Palestinesi con il benestare della borghesia liberal-capitalista.

Festa in casa Muppet (1992)

Il film è tratto ovviamente dal famoso Canto di Natale del liberal-progressista Charles Dickens che, povero coglione, era convinto di poter convincere con le parole i porci capitalisti ad essere meno stronzi mentre oggi noi sappiamo che le buone maniere non servono quando hai a che fare con gentaglia col mito del mercato libero e che l’unico liberale buono è un liberale morto, ma tralasciamo la parte politica per concentraci su quella prettamente cinematografica.

Beh, è una mezza cacata perché le ambientazioni e i pupazzi sono sì fatti molto bene, ma in un cazzo di musical se le canzoni non sono belle tu mi devi spiegare per quale cazzo di motivo hai deciso di fare un musical del cazzo.

Cazzo.

VOTO:
2 morti e mezzo

Festa in casa Muppet (1992) voto

Titolo originale: The Muppet Christmas Carol
Regia: Brian Henson
Durata: 1 ora e 25 minuti
Compralo: https://amzn.to/47S3xqN

I film sono visti rigorosamente in lingua originale.
Se ti senti offeso, clicca qui

Autore: un Film una Recensione

I was Born, I Live, I will Die

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *