Final Destination 3 (2006)

Final Destination 3 (2006) featured

Dei liceali stanno festeggiando la fine della loro vita scolastica e l’ormai prossimo ingresso nel mondo del lavoro precario e sfruttato tanto caro ai liberal-capitalisti e lo fanno nella maniera più assurda possibile: prenotando un intero luna park e dare così sfogo al loro istinto ricchiuncello.

Ovviamente, essendo che siamo dentro la saga della Destinazione Finale, ci sarà qualcuno che ha una premonizione e qualcuno che non vorrà saperne di farsi salvare la pelle dal primo squinternato che passa sbraitando contro dio la patria e la famiglia di merda.

Final Destination 3 (2006)

E siamo a 3, fante cavallo e re.

Trama fotocopia e sbudellamenti sempre più arzigogolati fanno da sfondo, contorno e ritorno di quello che appare essere, a meno di clamorose smentite, un film fatto solo per incassare soldi.

Lo so che suona strano e forse è solo una fantasticheria di un uomo che ha bevuto troppa limonata col culo, ma guardando quest’ora e mezza mi è venuto il dubbio che tutti quelli che hanno lavorato in Final Destination 3 lo abbiano fatto per una questione di denaro.

Che incubo liberale se ciò fosse vero!

VOTO:
2 fanti e mezzo

Final Destination 3 (2006) voto

Titolo giapponese: ファイナル・デッドコースター
Regia: James Wong
Durata: 1 ora e 33 minuti
Compralo: https://amzn.to/3qrTMPM

I film sono visti rigorosamente in lingua originale.
Se ti senti offeso, clicca qui

Autore: un Film una Recensione

I was Born, I Live, I will Die

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *