Il mistero delle pagine perdute (2007)

Il mistero delle pagine perdute (2007) featured

Reduce dal massaggio ai coglioni migliore della sua vita, Benjamin Gates ora è ossessionato dal libro segreto dei segreti dei presidenti americani che se lo passano come una puttana di bocca in culo ad ogni tornata elettorale dalla notte dei tempi.

Ma Benjamin in realtà ha ben altro in mente, lui vuole solo provare la fedina penale pulita del nonno di suo nonno lurido che non è vero che ha partecipato assieme a John Wayne all’assassinio di quel frocio di Lincoln.
No, è tutta una macchinazione giudaica per ridurci a servi dei servi.

Il mistero delle pagine perdute (2007)

Un film come tanti, tipo un cesto di cazzi dal quale siete costretti a pescare il vostro e quindi finite col mettervi l’uccello di Gianni Morandi; un film dimenticabile quindi perché stupido e noiosetto, oltre che irrealistico e colonialista.

E perciò forse la cosa migliore è citare la mia recensione del primo della trilogia mancata del cacciatore di tesori stempiato:

…mannaggia la madonna che ha partorito nostro signore gesuccristo morto in croce per i nostri peccati sempre sia lodato nell’alto dei cieli l’agnello di dio squartato massacrato bevuto sangue mangiata carne da noi peccatori infami maledetti bastardi senza dignità solo tu mio signore sei puro come un cristallo d’alta montagna e noi lo sozziamo con le nostre lorde parole sputate vomitate pisciate in testa ai santi santissimi in colonna del papato di piazza san pietro stracolmo di bestie immonde che vendono le loro voragini vaginali per due soldi di latta alle guardie cosacche che si abbeverano alla fontana quando il papa nero si affaccia dal balcone e annuncia il giorno del giudizio…

Ohhh, lo vedi che ci si sente sempre meglio dopo una bella cacata?

VOTO:
2 Morandi e mezzo

Il mistero delle pagine perdute (2007) voto

Titolo originale: National Treasure: Book of Secrets
Regia: Jon Turteltaub
Durata: 2 ore e 4 minuti
Compralo: https://amzn.to/4a6Gn05

I film sono visti rigorosamente in lingua originale.
Se ti senti offeso, clicca qui

Autore: un Film una Recensione

I was Born, I Live, I will Die

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *