Kim’s Video (2023)

Yongman Kim, un immigrato coreano dalla mascella imponente e dal carattere schivo, arrivò a New York nel 1979 in cerca di una vita migliore da quella che offriva la povera e irrigimentata sud Korea, paese fantoccio al servizio degli Stati Uniti d’America in chiave anti-comunista.

In breve tempo il Ridge Forrester de noartri divenne padrone di un video noleggio che portò talmente tanti soldi e fama al beneamato Kim da fargli aprire 5 succursali frequentate dalla crema della crema di merda dell’elite liberale newyorkese fino a quando internet uccise finanziariamente tutti i noleggiatori di film in tutto il globo terracqueo e Kim si ritrovò con una collezione di migliaia di dvd e cassette per la maggior parte oscure e uniche al mondo.

Cosa farne di questo patrimonio dell’umanità?
Donarle all’università? Allo stato? Ad una fondazione?
Macché, diamole a Vittorio Sgarbi, sindaco della cittadina siciliana di Salemi, poco prima che la sua giunta fosse sciolta per mafia viste le pesanti infiltrazioni della criminalità organizzata in tutti i livelli della vita politica paesana, a cominciare dal sindaco Sgarbi.

Passati 10 anni di buio assoluto, il filmmaker di questo documentario bellissimo s’imbarca nella disperata ricerca e conseguente salvataggio di quello che è rimasto della collezione Kim.

Kim's Video (2023)

Dedica d’amore molto artistica di un appassionato di cinema alle videocassette di un coreano che aveva sognato di fare il regista e si era ritrovato padrone della più eccentrica collezione di film al mondo.

Girato in maniera personalistica in pov e con parecchie incursioni nei tanti film che sembrano ricostruire i momenti salienti della narrazione, Kim’s Video è veramente un documentario simpaticissimo e ben fatto, oltre ad aver contribuito in maniera determinante, spoiler, al ritorno in patria della collezione che viene oggi ospitata all’ingresso di un cinema fichetto e indipendente di New York.

VOTO:
4 uomini piccoli piccoli arrabbiati col mondo per non aver saputo fare di meglio nella loro vita che arraffare il possibile calpestando e cacando in testa a tutto e tutti

Kim's Video (2023) voto

Titolo spagnolo: El videoclub de Kim
Regia: David Redmon, Ashley Sabin
Durata: 1 ora e 25 minuti
Compralo: https://amzn.to/3RtEFja

I film sono visti rigorosamente in lingua originale.
Se ti senti offeso, clicca qui

Autore: un Film una Recensione

I was Born, I Live, I will Die

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *