King Kong (1976)

King Kong (1976) featured

La Petrox Oil Company crede che ci sia un giacimento di greggio sotto un’isola misteriosa perennemente circondata da una fitta nebbia che l’ha separata dal resto del mondo per non si sa quanto tempo.

Arrivati con una spedizione punitiva degna dei migliori anni della nostra vita fascista sulla quale si sono imbarcati un paleontologo barbuto che vuole studiare le sconosciute specie dell’isola e un’attricetta svampita che vuole studiare gli sconosciuti modi di sucare i cazzi dei produttori hollywodiani, i nostri eroi fassisti fanno la scoperta delle scoperte degli scopritori: sull’isola vive una tribù di negri con l’anello al naso.

…ah, dimenticavo: c’è anche un gorilla alto 12 metri che non vede una femmina da illo tempore e che verrà trasportato di forza a New York per essere esposto al pubblico ludibrio fuggendo poi un agile scatto occhi di gatto un altro colpo è stato fatto.

King Kong (1976)

Operazione commerciale per Dino De Laurentiis che, dopo gli esordi come venditore di pasta dell’azienda familiare a Torre Annunziata, ha trovato il lavoro della sua vita: farsi le donne belle con la scusa di produrre i film.

Il film è molto disomogeneo: lungi dall’essere una metafora sullo sfruttamento di Madre Natura, la pellicola procede in declino con un’atmosfera molto interessante e suggestiva dall’inizio fino alla scoperta del rito tribale e una scivolata tenue verso lidi più commerciali mano a mano che Kong viene portato verso gli USA.

Effetti speciali notevoli (ma non indimenticabili) che in alcuni frangenti ricordano i film kaiju giapponesi, infinitamente più divertenti di questo.

VOTO:
3 kaiju

King Kong (1976) voto

Titolo di lavorazione: King Kong: The Legend Reborn
Regia: John Guillermin
Anno: 1976
Durata: 134 minuti

I film sono visti rigorosamente in lingua originale.
Se ti senti offeso, clicca qui
▼ Dona 2 penny anche tu ▼

Autore: Federico Del Monte

I was Born, I Live, I will Die

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.