Lola corre (1998)

Lola corre (1998) featured

Lola ha 20 minuti per trovare 100mila marchi tedeschi, portarli al suo fidanzato Manni (il quale è nella merda fino al collo con un mafiosetto locale) e salvargli così la vita.
Lungo il suo cammino la ragazza protagonista di questa appassionante storia al fulmicotone incrocerà le vite di diversi berlinesi, cambiandole… nel bene e nel male.

Lola corre (1998)Lola Rennt è un bellissimo piccolo film tedesco della fine anni ’90 che ha riscosso un inaspettato (ma strameritato) successo globale alla sua uscita.

Nel 1998 la Germania si era riunificata da un bel po’ e l’economia pompava alla grande, Berlino stava diventando uno dei centri culturali più importanti d’Europa e il cinema tedesco cercava nuove sperimentazioni; Lola corre (per una volta il titolo italiano è giusto e fedele all’originale) si inserì perfettamente in quest’epoca d’oro di economia florida e lassismo politico che permise alla Germania di vivere alcuni anni di grande libertà culturale.

Questa bella sperimentazione filmica, imperniata su una struttura ciclica e allo stesso tempo spirale (c’è un ritratto di Kim Novak di Vertigo nel casinò), tiene lo spettatore bene incollato alla poltrona, forzato a rivivere una continua catarsi depurativa che condurrà finalmente Lola, passaggio dopo passaggio, al suo agognato nirvana.

L’unico problema è che questo film era il preferito di Dawson Leery, protagonista di Dawson’s Creek.

VOTO:
4 Dawson e mezzo

Lola corre (1998) Voto

Titolo originale: Lola Rennt
Regia: Tom Tykwer
Anno: 1998
Durata: 80 minuti

I film sono visti rigorosamente in lingua originale.
Se ti senti offeso, clicca qui

Autore: Federico Del Monte

I’m an Italian photographer, filmmaker, blogger and teacher.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *