Lui è tornato (2015)

Lui è tornato (2015) featured

Adolf Hitler viene magicamente teletrasportato dal suo bunker-da-suicidio-fine-bellico alla Berlino contemporanea.

Dopo un primo iniziale spaesamento dovuto alle diavolerie moderne ed un rinnovato odio verso i nuovi usurpatori della grandiosità tedesca, il dittatore troverà la sua dimensione come attore comico televisivo spopolando dentro e fuori il piccolo schermo.
La cosa allucinante di tutta questa “farsa” è che Adolf non scherza affatto con tutti i suoi discorsi populisti sugli immigrati che rubano il pane ai poveri locali e, mano a mano, anche una certa fetta di pubblico comincia a prenderlo sul serio.

Lui è tornato (2015)
tipo questi 3 fascisti romani di merda in trasferta che, non sapendo si trattasse di un film, si sono fatti un selfie al grido di <camerati!>

Tratto da un best seller letterario tedesco della madonna (un successo in parte dovuto all’argomento scandaloso: in Germania è ancora reato penale fare saluti romani o richiamare in qualunque modo il partito nazista… mentre noi abbiamo Forza Nuova, la Meloni e Casa Pound), Lui è tornato è una simpaticissima commedia finto documentaria molto simile per certi versi a Borat.

Inframmezzato ad una storia girata in maniera convenzionale, anche qui abbiamo un personaggio in costume che si aggira tra la gente ignara con l’unico scopo di provocare delle reazioni naturali e controverse.
Ed è così quindi che scopriamo con orrore quanto molti tedeschi siano ancora d’accordo con le folli tesi del Fuhrer, alcuni invochino i campi di lavoro forzato (altrimenti noti come campi di concentramento), e ci sia un generale malcontento della classe media dovuto alla vessazione quotidiana orchestrata ad arte dall’elite dirigente; un pastrocchio sociale molto simile a quello che ha dato i natali ai fascismi europei dello scorso secolo.

Tra una notizia sul terrorismo, un operaio che si suicida e il prezzo del pane che continua a salire, le condizioni per un ritorno in questi nostri tempi agli estremismi nazionalisti ci sono tutti.
Speriamo però che stavolta i leader fascisti le prendano talmente tanto forti sui loro grugni trogloditi da doversi andare presto a rintanare nelle fogne dove sono soliti figliare.

VOTO:
3 zoccole e mezza (zoccola a Roma vuol dire ratto)

Lui è tornato (2015) Voto

Titolo originale: Er ist wieder da
Regia: David Wnendt
Anno: 2015
Durata: 116 minuti
Compralo: https://amzn.to/3arWk3N

I film sono visti rigorosamente in lingua originale.
Se ti senti offeso, clicca qui

Autore: Federico Del Monte

I was Born, I Live, I will Die

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.