Arancia meccanica (1971)

Alex DeLarge è un giovane i cui principali interessi sono lo stupro, l’ultra-violenza e Beethoven.
In una Londra derelitta e corrotta assurta a modello di futuristica società distopica dal sentore fascista inteso come post-socialista, questo vero e proprio flagello di dio ne combina di tutti i colori: picchia, ruba, stupra e uccide senza provare il minimo rimorso; il dolore degli altri non lo percepisce nemmeno e questo lo rende un elemento perfetto per l’imminente regime totalitario che va prendendo il potere nella finzione filmica.
Ecco quindi che i suoi compagni di avventure vengono presto reclutati come poliziotti e a lui, dopo un breve soggiorno in galera dove impara a leccare i potenti così da ottenere clemenza e una cura psicologica che lo trasforma in un burattino plasmato a immagine e somiglianza del cittadino represso comune, viene offerto addirittura un posto di lavoro fisso e un lauto stipendio dal ministro degli interni in persona.

Arancia-meccanica-(1971)
il crimine paga

Questo film non avrebbe bisogno di presentazioni.
Assoluto capolavoro cinematografico e affresco pessimista sulla società cosiddetta civile, Arancia meccanica continua a fulminare lo spettatore che ha l’audacia di mettere da parte due ore della sua vita di merda per scoprire, tramite le gesta di un giovine selvaggio, l’abisso umano sopra cui tutti noi camminiamo come funamboli sulla corda della condotta perbenista, unica (non) scelta lasciata al cittadino medio che vuole raggiungere la vecchiaia senza troppi calci in culo.
Basato sull’omonimo romanzo di Burgess, da cui però differisce soprattutto per il finale pessimista e privo della benché minima redenzione cristiana presente invece nel libro, questa pellicola indipendente firmata Stanley Kubrick fu un successo clamoroso di pubblico e di critica (tranne i soliti cacazzi ignoranti cristiani bigotti fascisti) e fece intascare a Kubrick più di 10 milioni di dollari.

Mortacci sua!

VOTO:
5 Kubrick mortacci sua

Arancia-meccanica-(1971)-voto

Titolo originale: A Clockwork Orange
Regia: Stanley Kubrick
Anno: 1971
Durata: 136 minuti

I film sono visti rigorosamente in lingua originale.
Se ti senti offeso, clicca qui
▼ Dona 2 penny anche tu ▼

Autore: Federico Del Monte

I’m an Italian photographer, filmmaker, blogger and teacher.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *