Brüno (2009)

Brüno (2009) featured

Giordano Bruno, nato Filippo Bruno, fu un filosofo e religioso italiano del sedicesimo secolo facilmente inquadrabile nella categoria dei “matti che hanno studiato molto”.
Secondo la sua linea teorica, a farla breve, dio è tutto e si manifesta in tutto: dagli oggetti sulla Terra all’infinito cosmico, dio è il creatore ma anche l’infinito creato, con infiniti mondi e infiniti soli.
Per queste sue visioni un po’ fricchettone fu incarcerato e poi arso vivo per ordine del Papa a Campo de’ fiori a Roma nel 1600.

Brüno (2009) featured

Questo film però non parla del filosofo italiano bruciato 400 anni fa; questo film parla di Brüno Gehard, inviato fashion di GayTV austria con la fissa per la notorietà: completamente preso da tutto ciò che è superficiale, Brüno vuole solo che il mondo intero lo ami e lo desideri come neanche lui sa fare; dalla settimana della moda a Milano all’adozione di un bambino nero, dai provini ad hollywood al conflitto israelo-palestinese, Brüno le tenta tutte pur di farsi notare e alla fine imparerà che forse la cosa migliore è essere se stessi.

Personaggio creato da Sacha Baron Cohen, attore e autore britannico che ha dato i natali anche al rapper Ali G e al celeberrimo Borat, Brüno ricalca in gran parte gli stilemi già precedentemente collaudati con successo in TV e al cinema: interviste assurde al limite del grottesco, reazioni scomposte del pubblico di fronte all’ostentazione forzata degli stereotipi invisi alla classe media, e una velata critica indiretta al modo di vivere contemporaneo.

Messi da parte la bravura attoriale e l’indiscusso felice spunto comico, non si può non sottolineare l’ovvia superficialità del film stesso (quasi un giusto contrappasso) e la puzza di auto assoluzione che da sempre contraddistingue Sacha: uno che prende bonariamente per il culo gli ebrei con i suoi personaggi anti semiti ma che poi fa convertire sua moglie al giudaismo per il loro matrimonio e la sottopone a 3 anni di studi ebraici per assumere il nome ebraico di Ayala (cerva).

Sacha Baron Cohen è anche un convinto sostenitore del sionismo socialista.

VOTO:
4 ipocriti di merda

Brüno (2009) Voto

Titolo originale: Brüno
Regia: Larry Charles
Anno: 2009
Durata: 81 minuti

I film sono visti rigorosamente in lingua originale.
Se ti senti offeso, clicca qui

Autore: Federico Del Monte

I’m an Italian photographer, filmmaker, blogger and teacher.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *