Non essere cattivo (2015)

Non essere cattivo (2015) featured

Vittorio e Cesare sono due romani di Ostia con poco sale in zucca e parecchia droga nel cervello.
Tra una pippata di cocaina, due sdrucite prese per strada e tanto spaccio per le desolate periferie della capitale, i due amici hanno un’immensa voglia inespressa di felicità che sfogano tristemente con un giro in macchina o una chiaccherata con i loschi frequentatori di un bar del litorale.
L’incontro con una donna però ha per Vittorio un effetto rigenerante, tanto che molla la vita da sfigato col cazzo piccolo che cerca di farsi notare strombazzando il clacson della macchina per abbracciare invece il suo destino e cioè la classe del proletariato e del sottoproletariato.
Questo allontanamento ha un effetto destabilizzante per Cesare che si ritrova solo ad affrontare la vita di merda in cui si trova, un effetto forse più potente di qualsiasi droga gli sia mai passata tra le mani.

e nel naso
e nel naso

Terzo capitolo della “trilogia” di Claudio Caligari sugli emarginati romani dopo Amore Tossico e L’odore della notte, questo Non essere cattivo si rigioca molto dell’immaginario e dello stile dei due precedenti film, e la cosa lo appesantisce un po’.

Dalla scena iniziale copiata para para fino alla volgare sbruffonaggine dei personaggi, si respira spesso un senso di già visto e già vissuto che stucca un po’ e ci si chiede che senso abbia fare un film così, un film che, nonostante le belle intenzioni e la pregevole scelta di incentrare il discorso sulla classe sociale più dimenticata dal cinema e dalla televisione, ha ben poco da aggiungere al piatto delle riflessioni.Passate le belle interpretazioni dei due protagonisti e il plauso produttivo per aver portato a termine il film dopo la morte improvvisa di Caligari, resta un assoluto fastidioso per la voglia di romanità a tutti i costi che fa mettere in scena personaggi macchiette dall’accento marcato/ridicolo, e il fortemente ricamato filo emotivo teso tra la storia e lo spettatore, un vero e proprio ricatto morale che va a pescare nei cliché più spudorati e qualunquisti tipo la bambina malata o il figlio a sorpresa.

Speravo che certe minchiate facessero parte solo di cacate neo-democristiane tipo La meglio gioventù e invece anche qui mi sono ritrovato ingabbiato al cinema con una marea di mediocri individui che, con una mano sui popcorn e l’altra sul pacco, ridevano e si autocompiacevano nel vedere messo in scena il loro desolante ghetto fisico e intellettuale.

VOTO
3 mediocri individui

Non essere cattivo (2015) voto

Titolo originale: Non essere cattivo
Regia: Claudio Caligari
Anno: 2015
Durata: 100 minuti

I film sono visti rigorosamente in lingua originale.
Se ti senti offeso, clicca qui

Autore: Federico Del Monte

I’m an Italian photographer, filmmaker, blogger and teacher.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *