Diario di un vizio (1993)

Diario di un vizio (1993) featured

Jerry Calà è un povero sporcaccione semi-disoccupato che pensa solo ed unicamente alla fregna, alle zinne, al coito, alla misura del suo cazzo, alla fidanzata troia, alle pippe, alle bambine ai giardinetti…

La cosa interessante è che in questo film la sua vita personale e il lavoro d’attore trovano vicendevolmente linfa vitale e Jerry si ritrova a vestire i panni di un povero sporcaccione semi-disoccupato che pensa solo ed unicamente alla fregna, alle zinne, al coito, alla misura del suo cazzo, alla fidanzata troia, alle pippe, alle bambine ai giardinetti…

Diario di un vizio (1993)

Stranissimo esperimento anti-narrativo con al centro un pessimo attore comico prestato al grande dramma, così da spiazzare tutto e tutti…
e invece no: Calà fa cacà nonostante si vede c’abbia messo molto impegno, il montaggio è a dir poco spaesato, la regia da Mack Sennett, le musiche spesso intrusive e la storia vorrebbe ma non può.

L’unica cosa bella (si fa per dire) è questa Roma orrenda che fa da degno contorno alle miserie dei personaggi: triste, piena di macchine, grigia, popolata di esseri umani alla deriva psicologica e morale.
Ovviamente la Kritica ha schifato lo schifo romano ed ha invece amato le generose puppe della Ferilli, ma che ve lo dico a fare.

VOTO:
2 kritici e mezzo

Diario di un vizio (1993) voto

Titolo inglese: Diary of a Maniac
Regia: Marco Ferreri
Anno: 1993
Durata: 94 minuti

I film sono visti rigorosamente in lingua originale.
Se ti senti offeso, clicca qui

Autore: Federico Del Monte

I’m an Italian photographer, filmmaker, blogger and teacher.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *