The Mask – Da zero a mito (1994)

The Mask - Da zero a mito (1994) featured

La storia la sapete tutti:
un timidone impiegato di banca si ritrova tra le mani una maschera lignea in grado di trasformare chi la indossi in un vulcano di cazzate.

Film vetrina per il poliedrico Jim Carrey e le sue mille facce, The Mask visto oggi fa un po’ triste tenerezza: con quelle sue inquadrature a mostrare l’effetto speciale esagerato che nei primi anni novanta sembrava non si potesse fare a meno di questi effettacci buttati lì alla cazzo di cane e oggi invece mettono molta malinconia dentro, tipo quando vedi uno che conoscevi tempo fa e che ora sta paralizzato su una sedia a rotelle.

La differenza tra questo e un film come Jurassic Park, ad esempio, è che quest’ultimo usava la grafica computerizzata per raccontare una storia, The Mask invece fa il contrario.
Oggi quindi le boccacce e gli occhietti e le vocine e le manone e i mitra e le pistole e i martelloni e le sveglie e i vortici e chi più ne ha più ne metta fanno da punteggiatura scassacazzi ad una storiella d’amore molto scialba e molto classica; così classica infatti che riguardandolo mi sono accorto di quanto sia stato girato alla vecchia maniera, con le luci notturne blu blu e gli interni arancioni arancioni che tutto sommato mi hanno fatto sorridere e non me l’hanno fatto odiare immensamente come forse si sarebbe meritato.

PS: sottotitolo italiano di merda. Come al solito.

VOTO:
3 occhietti

The Mask - Da zero a mito (1994) voto

Titolo originale: The Mask
Regia: Chuck Russell
Anno: 1994
Durata: 101 minuti

I film sono visti rigorosamente in lingua originale.
Se ti senti offeso, clicca qui

Autore: Federico Del Monte

I'm an Italian photographer, filmmaker, blogger and teacher.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *